-

 
La tua erboristeria di fiducia dal 1980

ERBORISTERIA L'ALVEARE -  PESARO

Blog


visualizza:  completo / riassunto

Melissa

Pubblicato il 04 agosto 2020 alle 04.05

La Melissa o Erba Limona, dal greco 《pianta per le api》 a indicare come sia golosamente bottinata dagli insetti, è usata tradizionalmente sin dai tempi antichi per trattare il nervosismo. 

 

L'Acqua di Melissa, viene preparata facendo macerare melissa ed altre piante aromatiche, dotate di proprietà eccezionali. 

 

Si bevono alcune gocce del macerato diluite in acqua fresca come dissetante e rivitalizzante in caso di:

 

☆ ansia e nervosismo 

☆ per la concentrazione e lo studio

☆ spasmi dolorosi addominali e mestruali

☆ vertigini e acufeni

☆ emicrania

☆ manifestazioni psicosomatiche a livello cardiaco e intestinale

 

Le foglie di Melissa si possono anche infondere in tisana, o berne la tintura madre già pronta.


Piante officinali per gambe leggere

Pubblicato il 18 luglio 2020 alle 06.30

Molte piante officinali sono in grado di agire, alleviandoli, su disturbi legati a

 

-fragilità dei capillari

 

-insufficienza venosa

 

-varici

 

-edemi periferici

 

-senso di pesantezza agli arti inferiori

 

In caso di senso di pesantezza e gonfiori la circolazione periferica risulta compromessa, e ciò succede più frequentemente nelle donne; i capillari (cioè le vene terminali, le più piccole e distanti dal cuore) possono perdere tonicità a causa del caldo, degli ormoni (sia endogeni che introdotti dall'esterno, come la pillola), del poco movimento, fumo, alcool, perdendo tonicità si dilatano e questo favorisce la fuoriuscita di piccole quantità di fluidi che vanno ad accumularsi negli interstizi del derma, creando fastidiosi gonfiori e sensazione di pesantezza, specialmente agli arti inferiori.

 

Esistono diverse piante che ci possono essere utili in questo caso, la maggior parte di esse contiene

 

bioflavonoidi che, se assunte con regolarità riescono a ripristinare la normale permeabilità a livello delle pareti dei capillari in maniera del tutto fisiologica, riducendo sensibilmente i fastidi.

 

Particolarmente ricchi di bioflavonoidi (in particolare antocianosidi, una sottoclasse ancor più specifica per favorire il microcircolo) risultano essere:

 

I frutti del MIRTILLO NERO, che possono essere consumati sia tal quali sia sotto forma di estratti secchi, idroalcolici o come tisane,

 

le foglie della VITE ROSSA ottima anche in sinergia alla soia o alla cimicifuga in caso di vampate tipiche della menopausa,

 

la sommità della CENTELLA ASIATICA, efficace sia come integratore che nelle creme specifiche

 

le foglie del GINKIGO BILOBA che, oltre a riattivare fisiologicamente il microcircolo, ha anche una buona azione adattogena ed energizzante.

 

Se siamo in presenza di gonfiori alle gambe, può essere buona norma assumere prima un drenante a base di EQUISETO o BETULLA, in modo da risolvere la presenza dei fluidi già "sfuggiti" nei tessuti, e poi una fonte di bioflavonoidi al fine di restituire tono ai capillari riducendo fisiologicamente ulteriori fuoriuscite.

 

L'assunzione in forma di integratori (capsule, compresse, gocce) risulta più pratica e veloce e consente di assumere i principi attivi in forma concentrata; per adiuvare l'integrazione, vi si può abbinare una buona tisana ai FRUTTI DI BOSCO (mirtillo, ribes, lampone), fredda e addizionata di succo di limone, che apporta vitamina C.

 

Laboratori Biokyma si avvale delle piante officinali rendendo disponibili i principi attivi che contengono in forma di Integratori alimentari e tisane. Praticità e benessere.

fonte: biokyma.com 

Le piante toniche ed afrodisiache

Pubblicato il 15 maggio 2020 alle 10.25

LE PIANTE TONICHE ED AFRODISIACHE

In vista dell'arrivo della Primavera, e approfittando della festa di San Valentino come spunto per qualche consiglio, vogliamo proporre un breve excursus sulle piante "toniche".

 

"Tonico" è un termine dai molteplici significati, dal greco tonikos, tonos, ha significato di: ciò che rafforza e accentua e quindi letteralmente è riferito a piante e sostanze che "contribuiscono ad eccitare e rinforzare lentamente e per gradi progressivi l'azione organica dei diversi sistemi dell'organismo e ad aumentare la loro forza in maniera durevole".

 

I prodotti tonici possono quindi:

 

stimolare in modo generico la funzionalità e il senso di benessere dell'organismo

essere utili al nostro organismo per fronteggiare periodi o momenti di stress.

Gli stressors sono stimoli di tipo fisico e psichico che determinano una reazione biologica aspecifica. Nel momento in cui l'organismo non riesce più a far fronte alle continue stimolazioni esterne, si instaura una risposta da stress che dipende dalla risonanza psicologica soggettiva.

 

L'attivazione emozionale determina modificazioni neurovegetative ed endocrine con influenza su:

 

rendimento psichico e fisico (glicocorticoidi, ormoni tiroidei, GH)

modificazioni della risposta immunitaria (glicocorticoidi, citochine)

modificazioni psico-comportamentali : paura, aggressività, tensione, con ripercussioni negative sulla sfera sessuale.

I TONICI possono assolvere alla funzione di fornire energia e vigore al corpo e prendersi cura del sistema in toto.

 

Le PIANTE TONICHE hanno, oltre al loro effetto conosciuto, la capacità intrinseca di incanalare l'energia vitale e metterla in contatto con le parti di noi che risultano scollegate e quindi necessitano di "riacquisire il loro equilibrio".

Le PIANTE ADATTOGENE sono quelle che per definizione aumentano la resistenza allo stress: "un agente naturale in grado di aumentare in modo aspecifico la resistenza dell'organismo nei confronti di fattori di stress di varia natura, senza alterare i normali parametri biologici".

L'utilizzo di piante officinali toniche in caso di stress e di disfunzioni della sfera sessuale legate allo stress possono essere utili per:

 

riduzione dell'impatto delle situazioni stressanti

aumentata resistenza fisica ed emotiva

aumento del tono dell'umore

maggiore lucidità e prontezza mentale

Nella nostra tradizione erboristica troviamo piante ricche di micronutrienti, oligoelementi e mataboliti secondari che possono essere intesi come "tonici" per vari motivi.

 

Tra queste, per fare solo alcuni esempi, Biancospino, Iperico, Melissa che hanno attività positiva sul tono dell'umore, sono erbe nervine che lavorano riconnettendo le terminazioni nervose al corpo stimolandole dolcemente o risvegliandole e che aumentano la capacità di far fronte allo stress della vita quotidiana.

 

BIANCOSPINO: rinforza, nutre e tonifica il cuore e i vasi sanguigni contro l'ansia, "aiuta il cuore ad aprirsi".

ESCOLZIA: detta anche "papavero della California" condivide con il papavero anche le proprietà sedative ed ipnoinducenti (favoriscono la qualità del sonno). Efficace in caso di insonnia e di surmenage fisico ed intellettuale, presenta un'azione tranquillante che ristabilisce l'equilibrio e può rivelarsi utile in caso di "ansia da prestazione".

GINKGO: per la sua azione favorevole sulla circolazione e la vasodilatazione, aiuta la memoria, la stabilità e la vitalità.

ELEUTEROCOCCO: contiene molti principi attivi tra i quali gli eleuterosidi che presentano attività adattogena e immunomodulatrice con aumento del rendimento psicofisico e della resistenza. L'eleuterococco interviene sui meccanismi omeostatici che consentono all'organismo di adattarsi a situazioni di stress e a condizioni ambientali sfavorevoli

RODIOLA ROSEA: azione tonica sul SNC con azione psicotropa (aumento della funzione cognitiva, attenzione, memoria, apprendimento, azione neuroprotettiva), presenta proprietà antiossidanti. Vari studi condotti in più parti del mondo confermano che in giovani soggetti la Rodiola aumenta la resistenza all'esercizio fisico. È quindi un'ottima pianta antistress che può essere utilizzata per aumentare il tono dell'umore ed il desiderio.

GINSENG: "panax" da panacea ossua che cura tutti i mali, il ginseng è il "re" dei tonici, il tonico del QI. È un tonico maschile e la radice può diventare antropomorfa; ne esistono di più varietà: americana, asiatica, coreana, cinese. I componenti del ginseng sono di natura steroidea e possono agire con meccanismi diretti sulla cellula o sui complessi sistemi di controllo. Azione sull'ipotalamo e sulla corteccia surrenale. Con l'utilizzo il ginseng rivitalizza e ristabilisce i corretti livelli energetici e il vigore sessuale (specialmente maschile) e si rivela utile in caso di debolezza, irritabilità, portando inoltre ad una più rapida normalizzazione in caso di stress.

WITHANIA: pianta della farmacopea indiana (ayurvedica) con effetto tonico e antinvecchiamento, contiene composti steroidei (withanolidi) e alcaloidi e agisce sui recettori dopaminergici, con aumento della resistenza alla fatica. La Whitania è un tonico riproduttivo che aiuta a ritrovare l'energia sessuale; utile in caso di debilitazione generale e senile e come agente antinvecchiamento. Adattogeno di prima scelta in caso di affaticamento legato ad ansia, tensione e disturbi del sonno per la sua azione sia energetica che calmante.

SCHISANDRA: incremento aspecifico della resistenza immunitaria e aumento delle prestazioni psico-fisiche. Contiene olio essenziale, vitamine, lignani (schizandrine, schizandrolo); come meccanismo d'azione si presume una stimolazione della produzione di cortisolo e di nitrossido (agente vasodilatatore). Buon antiossidante a livello mitocondriale, adattogeno, cardioprotettivo ed epatoprotettivo, tonico.

MACA: il Maca ha eccellenti qualità nutrizionali e costituisce tuttora un componente fondamentale della dieta delle popolazioni andine; può contribuire ad aumentare le riserve energetiche, la resistenza e la forza fisica, promuovendo un generale stato di benessere e vanta inoltre proprietà stimolanti sul sistema nervoso centrale, incrementando la capacità di concentrazione, la lucidità mentale e la memoria. Alcuni studi sembrano confermare l'azione adattogena del Maca e la sua azione positiva sulla vita sessuale di entrambi i sessi chesembra derivare dalla capacità degli steroidi contenuti nel Maca, di normalizzare la presenza di ormoni steroidei e degli estrogeni prodotti naturalmente nel nostro corpo.

MUIRA PUAMA: la Muira Puama cresce in Brasile, dove da molto tempo trova impiego sia per le sue proprietà afrodisiache (tonico in caso di stanchezza fisica e mentale), sia per l'efficacia nelle difficoltà digestive e nelle affezioni reumatiche. Il principale responsabile dell'attività è un alcaloide. L'estratto idroalcolico della Muira puama può essere indicato in caso di affaticamento generale, diminuzione della libido e per facilitare il processo digestivo.

DAMIANA: la Damiana presenta attività psicostimolante (tonico in caso di stanchezza fisica e mentale) e diuretica. La pianta è originaria dell'America del nord e delle Antille dove le foglie vengono utilizzate dalle popolazioni locali come rinforzante generale, durante le convalescenze ed in caso di astenia sessuale: il suo nome latino è infatti Turnera diffusa o Aphrodisiaca ad indicare che i preparati possono favorire il "ciclo dell'amore" ovvero desiderio-seduzione-realizzazione del piacere.

Oli essenziali per la casa e l'ufficio

Pubblicato il 11 maggio 2020 alle 10.50

Diffondere nella propria casa o nel luogo in cui si lavora gli oli essenziali è una buona pratica, che non solo profuma delicatamente gli ambienti, ma permette di disinfettare l’aria, evitando la presenza di polveri sospese o microrganismi e il formarsi degli “odori di umidità”. Le essenze possono essere messi nell’umidificatore dei caloriferi, ma l’effetto migliore si ottiene con un diffusore, a candela o elettrico.


 

Se siete degli inguaribili romantici, alla Richard Gere nel finale di “Pretty woman” per intenderci, non potranno che piacervi le dolci note di Rosa, Ylang Ylang, Vaniglia e Neroli bigarade.

 

Se invece vi sentite sempre come immersi nella Primavera di Botticelli, tra prati fioriti e alberi carichi di frutti, gradirete maggiormente le profumazioni floreali di Legno di Rosa, Palmarosa, Geranio cina, Petitgrain Bigarade, Mandarino.

 

Quando preferite creare atmosfere calde ed avvolgenti, un po’ alla Casanova, scegliete tra questi oli essenziali, dalle note speziate e legnose: Noce moscata, Pepe nero, Sandalo, Sandalo delle Indie, Cannella corteccia.

 

Le profumazioni fresche saranno infine la scelta di chi cerca una sferzata che rinvigorisca mente e spirito: allora vi consigliamo Cedro, Pompelmo, Alloro, Mirto, Rosmarino a borneolo, Lavanda vera, Lavandino, Petitgrain Bigarade.

 

Nel caso, infine, il vostro obiettivo sia semplicemente quello di disinfettare l’aria, gli oli che vi suggeriamo sono: Pompelmo, Cedro, Limone, Bergamotto, Eucalipto officinale, Ravintsara, Tea Tree e Pino mugo.


fonte: Fitomedical

 

 

Anti-pulci naturale

Pubblicato il 11 maggio 2020 alle 10.50

Gli oli vegetali e gli oleoliti sono adatti anche per gli animali domestici, per la cura del loro pelo o come rimedi complementari per la loro salute. In genere sono ben tollerati, a patto che non si lasci il pelo troppo untuoso. Un discorso a parte va fatto per gli oli essenziali, che devono essere usati con attenzione perché l’olfatto di cani e gatti è molto più sviluppato di quello umano e che quindi possono dare fastidio. I gatti inoltre sono particolarmente sensibili, perché non sono in grado di metabolizzare molti loro costituenti.


 

Vi consigliamo due semplici “ricette anti-pulci”, interamente naturali.


 

 

 

Per il cane

Bagnodoccia disperdente 1 cucchiaio da minestra

Olio vegetale di Neem 1 cucchiaino da caffè

Olio essenziale di Sugi 3 gocce

Olio essenziale di Legno cedro 2 gocce

Mescolare bene gli ingredienti e mettere la miscela in una bottiglia spray con 200 ml d’acqua. Agitare bene e spruzzare spazzolando contemporaneamente in contropelo.


 

Per il gatto

Aceto di mela 1 cucchiaio da minestra

Olio vegetale di Neem 1 cucchiaino da tè

Acqua 1 cucchiaino da tè

Mescolare gli ingredienti in un piccolo flacone con erogatore spray agitando molto bene. Spruzzare mentre si spazzola in contropelo.


fonte: Fitomedical.com 

PiĆ¹ protetti con l'igiene di mani e ambienti

Pubblicato il 11 maggio 2020 alle 10.15

Il lavaggio accurato e frequente delle mani e la disinfezione delle superfici, unitamente al distanziamento sociale, sono fra le principali raccomandazioni delle autorità sanitarie per ridurre il rischio di contagio da Coronavirus e altre malattie.

 

La comprensibile paura di contrarre il virus, ha trasformato però questa importante precauzione in un abuso di sanificanti che ha causato un rapido esaurimento delle scorte e difficoltà di approvvigionamento.

 

Ecco quindi alcuni utili consigli per preparare da soli efficaci detergenti naturali, non aggressivi per la pelle.

 

Ad esempio, se desiderate un gel mani igienizzante, potete miscelare del gel di Aloe vera con un buon olio essenziale: tra gli altri, Fitomedical vi segnala Palmarosa e Niaouli, dalle note proprietà antibatteriche e antivirali.

Noi vi elenchiamo altro oli essenziali validi ai fini di una profonda igienizzazione: Lavanda, Limone, Tea tree oil. Visto e considerato che gli oli essenziali di per sè, chi più chi meno, hanno proprietà sanitizzanti, scegliete il vostro preferito e formulate il vostro composto igienizzante!  

Sarà sufficiente miscelare 6 ml di olio essenziale (circa 120 gocce) in 50 ml di gel di Aloe vera, mischiando accuratamente. Lo stesso numero di gocce può essere miscelato anche a 50 ml di un bagnodoccia disperdente neutro, che amalgama omogeneamente al proprio interno le essenze per avere un buon sapone liquido.

 

Per preparare invece uno spray che disinfetti le superfici, gli ambienti o le suole delle scarpe, basta unire 65 ml di alcol etilico, 35 ml acqua distillata e 2,5 ml (circa 50 gocce) di uno o due oli essenziali.

 

Infine, gli oli essenziali, possono essere usati per disinfettare l’aria degli ambienti domestici – ed eventualmente di lavoro – e godere degli effetti riequilibranti che il loro aroma esercita sull’umore. Palmarosa, dal profumo dolce e rosato, infonde calma, riducendo l’agitazione e quella stanchezza psicofisica che si avverte quando la mente, troppo impegnata a chiedersi come evolverà la situazione, consuma la nostra energia. La nota aromatica di Niaouli invece, ugualmente dolce ma più fresca, ha un effetto stimolante: rischiara la mente, migliora la concentrazione, elimina confusione e stanchezza mentale.

Basta metterne alcune gocce – indicativamente 1 per metro quadro – in un apposito diffusore di essenze e si potrà godere dei loro benefici come sanificatori dell’aria e riequilibranti dell’umore.


fonte fitomedical.com 

 

 

Alla scoperta del Plasmolisato di Lievito Strath

Pubblicato il 27 aprile 2020 alle 11.50

L’universo delle sostanze vitali Strath® – una combinazione vincente  https://bio-strath.com/html/universum/?l=it

Le materie prime utilizzate per i prodotti Strath®, lasciate al naturale, apportano una varietà di sostanze vitali unica nel suo genere. Le sostanze vitali sono presenti in un equilibrio biologico e quindi possono essere perfettamente assimilate dall’organismo.

 

Le singole sostanze vitali sono presenti in piccole quantità, non corrispondenti alle dosi giornaliere raccomandate (RDA). Fanno eccezione le quantità di magnesio e zinco di cui sono arricchiti Strath® Vitality e Strath® Immun.

 

Fra le sostanze vitali contenute nel lievito vegetale Strath® si annoverano:

11 vitamine

  • B1 - Tiammina
  • B2 - Riboflavina
  • B6 - Piridossina
  • Niacina
  • Biotina
  • Acido pantotenico
  • Acido folico
  • B12 - Cobalamina
  • C - Acido ascorbico
  • Inositolo
  • Ergosterolo (Provitamina D2)

19 sali minerali / oligoelementi

  • Calcio (Ca)
  • Cromo (Cr)
  • Ferro (Fe)
  • Germanio (Ge)
  • Potassio (K)
  • Cobalto (Co)
  • Rame (Cu)
  • Magnesio (Mg)
  • Manganese (Mn)
  • Molybdeno (Mo)
  • Sodio (Na)
  • Nichel (Ni)
  • Fosforo (P2O5)
  • Zolfo totale (S)
  • Selenio (Se)
  • Acido silicico (Si)
  • Vanadio (V)
  • Zinco (Zn)
  • Stagno (Sn)

20 aminoacidi

Caratteristiche generali degli aminoacidi

  • Alanina
  • Arginina
  • Acido asparaginico e asparagino
  • Cistina
  • Acido glutammico e glutamino
  • Glicina
  • Istidina
  • Isoleucina
  • Leucina
  • Lisina
  • Metionina
  • Fenilalanina
  • Prolina
  • Serina
  • Treonina
  • Triptofano
  • Tirosina
  • Valina

11 importanti sostanze ricostituenti

  • Lecitina
  • Fosforo della lecitina
  • Mannano
  • Glucano
  • Glutatione
  • Colina
  • ADN (acido desossiribonucleico)
  • ARN (acido ribonucleico)
  • ATP (adenosina trifosfato)
  • L-Carnitina
  • Ubiquinone (coenzyme) Q6
  • Ubiquinone (coenzyme) Q7
  • Ubiquinone (coenzyme) Q9



Rss_feed